Author:Sandra Petrignani

Ricordo di Giorgio Manganelli (nel volume “Cantiere Manganelli 2” edito dal Comune di Roma)

[caption id="attachment_353" align="alignleft" width="131" caption="Lo scrittore Giorgio Manganelli"][/caption] Quello che sto per dire di lui, troppo privato e protervo, temo lo farebbe inorridire. Ma lo dico lo stesso e me ne prendo la responsabilità. Giorgio Manganelli era una di quelle rare figure umane che meritano la...

Read More

In ricordo di Cesarina Vighy (dalla rivista on-line Giudizio Universale, 5 maggio ’10)

[caption id="attachment_349" align="alignleft" width="62" caption="La scrittrice Cesarina Vighy"][/caption]«Non fate troppi pettegolezzi» lasciò scritto Cesare Pavese prima di uscire di scena suicidandosi. Di fronte alla morte, per lunga e dolorosa malattia, di Cesarina Vighy mi viene da pensare a quella richiesta, un po’ ironica, un po’...

Read More

16 aprile 2010

[caption id="attachment_329" align="alignleft" width="300" caption="Sciuscià e Bonnie"][/caption]Senza il morbido charme dei gatti e il perverso attaccamento dei cani, senza tutti gli altri animali che volano, nuotano, corrono, strisciano, senza i fiori che sbocciano, effimeri e bellissimi, come le peonie che già si sono aperte nel...

Read More

Misteri, allegria, disperazione (L’Unità, 7/4/10)

[caption id="attachment_318" align="alignleft" width="84" caption="J-C. Izzo"][/caption]Parigi non sarebbe quello che è se Simenon non l’avesse descritta come ha fatto nei suoi Maigret. Marsiglia, almeno la Marsiglia contemporanea, deve molto a uno scrittore dalla velocissima parabola e dalla scrittura ferma ed essenziale dei nostri giorni,...

Read More

Tina Modotti, una mostra (dall’Unità, 22/3/10)

[caption id="attachment_288" align="alignleft" width="95" caption="Una foto di T. Modotti"][/caption]Le fotografie di Tina Modotti che ritraggono dettagli di fiori, primissimi piani di calle, rose, lilium, rimandano ai quadri dell’americana Giorgia O’Keefe, successivi di qualche decennio,: ne hanno la stessa indecente sensualità, un carnale amore per la...

Read More

Duras e “Il dolore” (l’Unità 16/01/10)

[caption id="attachment_248" align="alignleft" width="225" caption="Interno casa Duras a Neauphle, dove il diario fu ritrovato"][/caption] «Fra le cose più importanti della mia vita», così Marguerite Duras definì Il dolore, un diario scritto alla fine della guerra e ritrovato molti anni dopo in un vecchio armadio. Pubblicato nell’85...

Read More