LESSICO FEMMINILE

Capire qualcosa di più della mia stirpe,

trovare il bandolo del nostro comune sentire femminile.

LA PERSONA GIUSTA

Amami per i miei occhi nocciola solamente

e per le mani che t’accarezzano eternamente.

La Corsara

Ritratto di Natalia Gizburg

ADDIO A ROMA

l’Italia della cultura che non ha più voglia di affermarsi

  • 31 Ago Parlando di fisica. In versi (L’Immaginazione n. 325 sett. 21)

    Cosa c’entra la fisica con la poesia? Ho domandato. Mi sono resa conto subito che era una domanda sciocca. Tutto c’entra con la poesia perché tutto entra nella poesia, tutto la poesia centra. Non sto giocando con le parole, è così. E del resto ne......

  • 21 Ago Di Bernhard e di strepitosa follia (Il Foglio, 21/8/ ’21)

    Thomas Bernhard aveva una passione per le scarpe. Nel vecchio casale che abitò a Ohlsdorf, in Austria, tre ore e più da Vienna, ora museo, se ne possono ammirare in numero spropositato e simili fra loro in file ordinate dentro le scarpiere. Nei suoi libri......

  • 30 Lug Fotografe indiscrete (Il Foglio 30 luglio ’21)

    In un autoscatto Diane Arbus si è fotografata con la figlia di pochi mesi, Doon. Siamo nel 1945. Era una giovane madre di 22 anni, molto innamorata del marito Allan, che aveva conosciuto quando era solo tredicenne e che faceva il fotografo di moda e......

  • 16 Lug Addio a Luisa Adorno (Il Foglio 16/7/21)

    In casa, nel quartiere San Giovanni a Roma, aveva sui quindici mila libri, strizzati in librerie che correvano in tutte le stanze, «stantuffati» per usare una sua espressione (da Tutti qui con me, pubblicato da Sellerio nel 2008). Le piacevano le parole prese dal dialetto......

  • 09 Lug Ritorno a teatro (L’Immaginazione n. 324 luglio agosto ’21)

    Ho scelto il teatro per tornare alla vita normale. Non il cinema, il teatro. E tutto era (quasi) come prima. A parte le mascherine, a parte il distanziamento. Ma il Teatro India, il mio preferito sulla scena romana, era sempre lui, con il giardino e......

  • 08 Lug Vite rubate, e restituite (Il Foglio 7/7/21)

    Il più bel ritratto dei molti disegnati da Eugenio Baroncelli è dedicato a Robert Walser, splendidamente descritto da Walter Benjamin come qualcuno che «comincia dove finiscono le fiabe», sia che si dedicasse al giardinaggio o a giocare a biliardo con se stesso o a pulire......