Notizie dal Blog

Vite mie (Il Foglio, 11/11/22)

«Nella nostra famiglia i legami di sangue non sono decisivi. Di sei che siamo in casa, nessuno è nato dagli stessi genitori» così si racconta e racconta il suo ruolo di padre di vari figli - non solo suoi (biologicamente), ma suoi a tutti gli...

A casa di Mariù (Espresso 6 nov. 2022)

[caption id="attachment_41583" align="alignleft" width="380"] II giardino di Irene Brin a Sasso di Bordighera[/caption] Da Bordighera, sulla costa ligure, bisogna inerpicarsi per 5 chilometri per raggiungere la frazione di Sasso, compatta come una fortezza. Accanto al duomo c’è un vicoletto in salita e si arriva al cancello...

LEI  ERA  COSÌ (Il Foglio, 5 nov. 2022)

«Hannah Arendt è considerata oggi la filosofa più significativa del XX secolo». Con questa asserzione inconfutabile si chiude il saggio di Donatella Di Cesare che accompagna il breve intenso scritto di Arendt del 1943 Noi rifugiati, riproposto ora con Einaudi. È decisamente il momento giusto...

OVUNQUE SPAESATO (IlFoglio, 15 ottobre ’22)

[caption id="attachment_41556" align="alignleft" width="389"] V. Nabokov osserva una farfalla[/caption] C’è sempre una farfalla che svolazza nelle pagine di Vladimir Nabokov. È alle prese con farfalle anche in varie fotografie, sia che, in buffa tenuta da cacciatore di lepidotteri, si aggiri per prati e per boschi col...

Poesia-profezia: Mariangela Gualtieri (Donna, chiesa, mondo n.115, ott.22)

[caption id="attachment_41550" align="alignleft" width="375"] Mariangela Gualtieri[/caption] «Ciò che non muta / io canto / la nuvola la cima il gambo / l’offerta il dono la rovina…»: sono versi di Mariangela Gualtieri della raccolta Bestia di gioia (Einaudi 2010) che ben rappresentano una poetica in profonda sintonia...

Addio alla Russia, il primo Nabokov (Espresso 24/9/22)

C’è la nostalgia di una Russia boscosa e incantata e la follia appassionata del primo amore in Mašen’ka (Adelphi, pp.150, euro 18), esordio narrativo di un Vladimir Nabokov ventisettenne che aveva scritto fin lì solo poesie. In libreria dal 27 settembre, viene riproposto in una...

Scrivere l’ombra (Immaginazione 331 settembre-ottobre 1922)

Mi ero appena lamentata (sull’Immaginazione precedente) dei brutti libri che escono e che invadono librerie e case di poveri malcapitati, e sono stata subito punita. Ma invece dovrei dire premiata. Mi sono infatti imbattuta, in questa torrida estate, in due volumetti smilzi e interessantissimi, uno...

Magnifici sessantenni: Carrère, Houellebecq, Reza (L’Espresso, 21 agosto 2022)

[caption id="attachment_41108" align="alignleft" width="290"] Emmanuel Carrère[/caption] Quando nel 1987 l’editore Theoria pubblicò in Italia Baffi, l’autore, Emmanuel Carrère, aveva trent’anni, era al suo terzo libro e riceveva in patria un buon riconoscimento di stima. Era un uomo introverso e timidissimo, niente faceva immaginare l’evoluzione nel protagonista...

Kipling fra Shakespeare e l’Eternità (ilFoglio 6/8/22)

«We are such stuff as dreams are made on and our little life is rounded with a sleep» dice Prospero nel quarto atto della Tempesta. Siamo fatti della materia dei sogni e la nostra breve vita è avvolta nel sonno… Quanta fortuna hanno avuto nel...